Adeguamento – Legge sulla privacy

Decreto legge n. 5 del 9/2/2012 Pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 33 il 9/2/2012 supplemento ordinario n. 27 in vigore dal 10/2/2012

Il decreto semplificazioni (Decreto legge n. 5 del 9/2/2012) è ormai legge, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale  e la conseguente entrata in vigore in data 10/2/2012. Il cosiddetto decreto “Salva Italia” del 6 dicembre 2011 n.201 approvato con legge di conversione 22 dicembre 2011 n.214 e pubblicata sulla G.U. il 27 dicembre scorso aveva introdotto modifiche al testo originario del decreto relativo alla Protezione dei Dati Personali (più specificatamente all’art. 4 comma 1 – lettera b) ex D. Lgs. 196/03.

Numerose sono le modifiche relative al trattamento dei dati delle persone giuridiche (aziende) a fronte delle quali vige l’obbligo di adeguarsi.

Cosa devono fare le aziende in materia di privacy?

Innanzitutto l’adeguamento alla Privacy in Italia NON È la sola redazione del Documento Programmatico per la Sicurezza (DPS), già in vigore con l’ex D. Lgs. 675/96, così come sarebbe sciocco pensare che la sicurezza dei dati sia solo la secretazione dei dati delle persone e dei loro diritti di riservatezza. Il Garante ha sempre inteso l’adeguamento come una misura “cautelativa”, ricordando che la quasi totalità delle sanzioni di legge applicate nasce da segnalazioni di privati e non da controlli degli organi competenti.

Il DPS non è che una delle misure minime di sicurezza obbligatorie, finalizzate alla riduzione dei rischi di distruzione, perdita, accesso non autorizzato e trattamento non consentito di dati personali.

Lo stesso articolo 34 infatti specifica come il trattamento di dati personali effettuato con strumenti elettronici è consentito solo se sono adottate, nei modi previsti dal disciplinare tecnico contenuto nell’allegato B), le misure minime ancora obbligatorie riportate in basso.

La tutela della Privacy è costituita da una serie di adempimenti obbligatori quali:

  • Designazioni e nomine (responsabili e incaricati interni e esterni, amministratori di sistema, responsabili della videosorveglianza);
  • Obblighi di informativa ed eventuale consenso al trattamento (art. 13)
  • Particolari provvedimenti generali dell’autorità Garante (videosorveglianza, amministratori di sistema, custodia delle password, utilizzo di Internet e mail nei luoghi di lavoro, ecc.)
  • Previsioni specifiche previste nelle autorizzazioni generali o in provvedimenti simili (autorizzazione al trattamento di dati genetici, dati relativi al traffico ecc.).
RICORDATE che Rimangono in vigore sanzioni e potenziali controlli da parte dell’Autorità Garante, anche tramite il nucleo operativo privacy della GDF (su 230 controlli nel 2 semestre 2012, 181 sono stati sanzionatori).

Informatevi immediatamente sui costi per adeguare la vostra azienda contattandoci nell’apposita area contatti
Adeguamento – Legge sulla privacy agosto 16, 2015

MCI Consulting

www.mciconsulting.eu
Indirizzo: Via Aldo Moro 7
Per info e contatti visitare la l'area contatti

Privacy Policy

Carrello